Torre della Gabbia

Apparteneva alla famiglia degli Acerbi e fu venduta, nel 1281 a Pinamonte Bonacolsi allora Signore di Mantova.
La torre acquisì il suo nome attuale quando, nel 1576, il duca Guglielmo Gonzaga fece costruire la grande gabbia in ferro come "carcere all'aperto".
La gabbia, sospesa nella della piazza adiacente la torre, ospitava i condannati, che talvolte restavano nella gabbia, esposti alle intemperie ed agli sguardi della gente, anche per tempi lunghi.
Sito espositivoFuori