PIENA DI GRAZIA. Il momento in cui si unirono il Cielo e la terra.

07/10/2018 - 06/01/2019

PIENA DI GRAZIA.  Il momento in cui si unirono il Cielo e la terra.

La mostra sul tema dell'Annunciazione raccoglie 30 opere che spaziando dal IX al XIX secolo testimoniano da un lato eccellenze dell'arte, dall'altro il persistere nel tempo dell'attenzione a un soggetto basilare della fede cristiana. Proprio per questo, l’esposizione riveste particolare rilevanza sotto il profilo religioso, consentendo di richiamare temi quali l'ingresso nel mondo del Figlio di Dio e quindi la redenzione dell'umanità, nonché il maggiore titolo di gloria di Maria, la sua divina maternità.

Tra le opere esposte merita di essere menzionato il prezioso Messale Romano detto di Barbara di Brandeburgo, che la marchesa Paola Malatesta Gonzaga ha commesso nel 1442, per il figlio Gianlucido, al maestro miniatore Luchino, detto Belbello da Pavia. Nella pagina che presenta l’Annunciazione l’artista intende superare la sua formazione tardogotica, cercando di adeguarsi alle soluzioni prospettico-spaziali delle nuove ricerche mantegnesche. Dal museo giunge alla mostra la spettacolare Annunciazione di Marc’Antonio Donzelli, il quale traduce visivamente, nello sfondo della scena, l’incontro tra Cielo e terra. Altro esempio, tra le tante opere provenienti da collezioni private, è una tela del XVI secolo attribuita a Nicolò Betti, seguace e collaboratore di Giorgio Vasari in Palazzo Vecchio a Firenze, il quale rivela il gusto manierista toscano nei ricchi particolari dell’ambientazione e nei colori cangianti dei panneggi.