Teatro Vecchio - Museo Nazionale dei Vigili del Fuoco

Ricostruito là dove già si trovava struttura teatrale cinquecentesca voluta dai Gonzaga.
Questo edificio ospitò l’opera di Carlo Goldoni Intorno alla metà del XVIII secolo e fu la sede del lavoro di Antonio Vivaldi, nella città Virgiliana dal 1718.
La fabbrica, destinata a divenire Teatro Arciducale durante l’Amministrazione Austriaca, avrebbe dovuto accogliere unicamente le rappresentazioni dei comici con l’apertura nel 1733 del teatro grande di corte ideato da Ferdinando Galli Bibiena per il duca Ferdinando Carlo Gonzaga Nevers.
Nella struttura, che fu oggetto di importanti lavori di restauro nel 1755 e nel 1766, furono trasferite tutte le rappresentazioni dal 1781, quando un incendio distrusse completamente il Teatro Nuovo.
Nel 1797, durante l’assedio francese, gli austriaci fecero del Teatro Vecchio legna da ardere.
Sito espositivoFuori