Chiesa di San Maurizio

Fu proprio l’ordine convenutale, nel 1609, a volerne la costruzione che venne affidata ad Anton Maria Viani, all’epoca prefetto delle fabbriche gonzaghesche.
L’interno, a navata unica è sormontato da un campanile a pianta circolare, impostazione architettonica non frequente in queste zone, mentre la facciata attuale, del 1731, è in stile barocco.
All’interno tele di pittori dell’epoca come il mantovano Giuseppe Bazzani ed il bolognese Ludovico Carracci.
Inaugurata nel 1616 come Chiesa dei santi Maurizio e Margherita, dopo la conquista di Mantova da parte dei francesi venne destinata, tra il 1808 e il 1814 al culto militare col nome di San Napoleone.
Nominata San Maurizio dopo il ritorno degli austriaci è oggi chiusa al pubblico e viene utilizzata prevalentemente per eventi culturali ed incontri.
(Eleonora Corti)
Sito espositivoFuori